6 OTS Autista di Ambulanza ASS Lig. 2

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di sei posti di operatore tecnico specializzato, autista di ambulanza, categoria B, a tempo indeterminato e pieno, con talune riserve.

Retraining Guida Sicura in Emergenza

Il corso di retraining viene effettuato per aggiornare ed approfondire gli argomenti precedentemente trattati nel corso di guida sicura, nonché trattarne di nuovi relativi al veicolo condotto nello svolgimento del proprio lavoro, in particolare le regole fisiche alle quali è sottoposto ed i dispositivi elettronici e meccanici di cui è strutturalmente costruito, in modo da far comprendere ai discenti il funzionamento del proprio mezzo e come condurlo al meglio ed in sicurezza.

Patologie da trasporto in ambulanza

La decelerazione dell’ambulanza provoca un aumento della pressione intracranica in posizione supina: una prova osservazionale prospettica dello studio di principio.

Sentenze in pillole 3 – mezzi di soccorso…

il conducente di mezzi di soccorso, pur essendo autorizzato quando usa congiuntamente il dispositivo acustico supplementare di allarme e quello di segnalazione visiva a luce lampeggiante blu a violare le norme sulla circolazione stradale, è comunque tenuto ad osservare le regole di comune prudenza e diligenza

Habemus… Autista Soccorritore?

Riconoscimento della figura e del profilo professionale di Autista Soccorritore Sono oltre 25 anni che si sente parlare di questi iter legislativi, ma… a che punto stiamo? l’Autista Soccorritore spesso sottovalutato, a bordo dei mezzi di soccorso, è un ruolo di estrema importanza nell’equipe sanitaria, una mansione delicata e professionale che deve garantire l’efficienza delContinua a leggere “Habemus… Autista Soccorritore?”

Alternative al trasporto diretto di pazienti al pronto soccorso, è possibile?

Un recente studio effettuato nel Regno Unito del 2021 esamina le problematiche relative ai servizi di trasporto in emergenza e la relativa necessità o meno dell’invio al dipartimento di emergenza dei pazienti. Il ruolo dei servizi di ambulanza sta cambiando a causa di pazienti più “intermedi” e non urgenti che non richiedono il trasporto diretto del pronto soccorso, ma che non possono essere lasciati a casa da soli in sicurezza. 

Sentenze in pillole e ambulanze… “2”

Qualche giorno fa è stato approvato il Piano Nazionale per la Sicurezza Stradale (PNSS) che ha l’obiettivo di ridurre del 50% entro il 2030 le vittime e i feriti gravi degli incidenti rispetto al 2019. Vengono definite linee strategiche generali di intervento su governance della sicurezza, infrastrutture, veicoli e comportamenti, e linee specifiche per le categorie a maggior rischio, compreso il nostro settore. La sicurezza stradale soprattutto in ambito di veicoli sanitari è anche uno dei nostri temi più ricorrenti sulle pagine CoES Lazio sin dal 2006 anno in cui la nostra associazione ha aderito alla Carta Europea della Sicurezza Stradale. Di seguito alcune stralci di massime e sentenze, seppur anzianotte, ma pur sempre utili ed attuali da “conoscere”.

“Responsabilità Legale in emergenza”

In questo corso tratteremo, in maniera analitica , argomenti di pertinenza propria e di attualità (es. Omicidio Stradale) per Autisti/Soccorritori, infermieri”, d’importanza tale da richiedere la massima conoscenza per lo svolgimento in tranquillità delle attività di tutti gli operatori del soccorso.
Saranno esplicati e valutati alcuni concetti legati alla responsabilità civile, penale, alla normativa in genere e diritti e doveri acquisiti da ciascuno di noi nell’esercizio delle proprie funzioni (codice di comportamento).

Velocità e sicurezza in ambulanza

Come abbiamo potuto vedere uno dei principali fattori di rischio per la sicurezza stradale è la velocità di guida e velocità più elevate aumentano i rischi di incidenti e collisioni. L’obiettivo comune delle missioni in ambulanza è ottenere un rapido “arrivo sul posto, target”.  I dibattiti continuano sul fatto che i benefici clinici della guida in risposta alle emergenze siano maggiori dell’aumento del rischio di incidenti per il personale dei servizi di emergenza sanitaria, i pazienti e gli altri utenti della strada. Una recente revisione integrativa ha evidenziato che il modo in cui viene guidata un’ambulanza diventa una parte importante dell’assistenza pre-ospedaliera.