Violazione e falsa applicazione dell’art. 177del CdS? non sempre…

L’ambulanza o automedica in caso d’incidente, soprattutto ad un incrocio, ha sempre torto? ricostruita la dinamica dell’incidente, letti i verbali ed ascoltati i testimoni la corte procede a delineare le colpe che non sempre vengono attribuite ai mezzi di soccorso ed ovviamente con una buona polizza di “tutela legale” si possono ottenere risultati più soddisfacenti proprio a tutela dei conducenti di emergenza sanitaria ignari dei rischi che si corrono ad ogni turno in ambulanza o veicolo assimilato.

Violazione e falsa applicazione dell’art. 177 cit. unitamente all’art. 2054 del codice civile? Violazione dell’art. 141 e del 145 del cds?


Art. 141 e 145 del CdS

1. É obbligo del conducente regolare la velocità del veicolo in modo che avuto riguardo alle caratteristiche, allo stato ed al carico del veicolo stesso, alle caratteristiche e alle condizioni della strada e del traffico e ad ogni altra circostanza di qualsiasi natura, sia evitato ogni pericolo per la sicurezza delle persone e delle cose ed ogni altra causa di disordine per la circolazione.

2.Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile.


1. I conducenti, approssimandosi ad una intersezione, devono usare la massima prudenza al fine di evitare incidenti.

2. Quando due veicoli stanno per impegnare una intersezione, ovvero laddove le loro traiettorie stiano comunque per intersecarsi, si ha l’obbligo di dare la precedenza a chi proviene da destra, salvo diversa segnalazione.


Sentenze

Codice della Strada – Sentenza Civile Ord. Sez. 6 Num. 6829 Anno 2017

La costante giurisprudenza di questa Corte ha affermato, in tema di sinistri derivanti dalla circolazione stradale, che l’apprezzamento del giudice di merito relativo alla ricostruzione della dinamica dell’incidente, all’accertamento della condotta dei conducenti dei veicoli, alla sussistenza o meno della colpa dei soggetti coinvolti e alla loro eventuale graduazione, al pari dell’accertamento dell’esistenza o dell’esclusione del rapporto di causalità tra i comportamenti dei singoli soggetti e l’evento dannoso, si concreta in un giudizio di mero fatto, che resta sottratto al sindacato di legittimità, qualora il ragionamento posto a base delle conclusioni sia caratterizzato da completezza,
correttezza e coerenza dal punto di vista logico-giuridico (v., tra le altre, le sentenze 23 febbraio 2006, n. 4009, 25 gennaio 2012, n. 1028,
e 30 giugno 2015, n. 13421).


1.2. Nel caso specifico il Tribunale ha ricostruito analiticamente la dinamica dell’incidente alla luce dei verbali e delle testimonianze ed è giunto alla conclusione che lo stesso fosse da ascrivere a colpa esclusiva della XXXXXXX. Ed infatti, mentre era provato che l’ambulanza aveva impegnato l’incrocio avendo i segnali acustici e luminosi in funzione, era palese che la XXXXXXXX non aveva agito con la dovuta prudenza, tamponando l’ambulanza nella parte posteriore destra, con ciò dimostrando che lo scontro era avvenuto quando il mezzo di soccorso aveva ormai praticamente oltrepassato l’incrocio, sebbene proveniente da sinistra rispetto alla vettura dell’attrice. A fronte di tale motivazione, le censure contenute nel ricorso — tutte chiaramente finalizzate ad una nuova valutazione del merito muovono alla sentenza impugnata accuse infondate, poiché il Tribunale non ha affatto affermato che l’uso dei segnali acustici e luminosi assolva il conducente di un’ambulanza da ogni obbligo di prudenza, bensì ha positivamente accertato le colpe, dando ragione anche del superamento delle presunzioni di cui all’art. 2054 del codice
civile.
Fuor di luogo è, poi, il richiamo alla sentenza 16 novembre 2005, n. 23218, di questa Corte, posto che essa risulta seguita dalla sentenza impugnata, ancorché non esplicitamente richiamata (v. sul punto anche le sentenze 15 ottobre 2009, n. 21907, e 23 febbraio 2016, n. 3503).

  1. Il ricorso, pertanto, è rigettato.

Conclusione

Non sempre viene attribuita la “responsabilità e la colpa” del sinistro ai conducenti di mezzi di soccorso in servizio urgente d’istituto, spesso richiamando vari articoli del codice della strada in particolare l’art. 177 del cds e il 2054 del codice civile, ma se si è rilevata dal verbale delle forze dell’ordine, dalle testimonianze una dinamica dei fatti “favorevole” nel rispetto sempre della comune “prudenza e diligenza” il tutto può risolversi in una presumibile assoluzione da colpe del conducente di ambulanza, fermo restando l’attesa dei risultati di tutti i gradi di giudizio.

Link del documento: Sentenze CoES Lazio

SEGUICI

CoES Lazio Facebook – CoES Lazio Twitter – CoES Lazio Youtube

Telegram Coes Lazio 

TUTELA PATENTE – TUTELA LEGALE

PERCHÉ È IMPORTANTE AVERLA?

A seguito delle nuove norme della legge 41 (marzo 2016) sono entrati in vigore i reati di Omicidio Stradale e Lesioni personali stradali. Un argomento che oggi può riguardare anche il guidatore di ambulanza, automedica o veicoli assimilati più attento poiché, in caso di incidente stradale che provochi 40 giorni di prognosi porta ad un Procedimento Penale d’Ufficio. In questo caso, una tutela legale aiuta a affrontare le spese che bisognerà sostenere obbligatoriamente e potrai farti difendere dal tuo legale di fiducia. 


Convenzione CoES Lazio Tutela Patente

Tutela Legale Patente

Co.E.S Lazio Emergenza Sanitaria

www.coeslazio.it

www.coeslazio.org

seguici su: CoES Lazio Facebook – CoES Lazio Twitter – CoES Lazio Youtube

Telegram Coes Lazio – Instagram Coes Lazio

Co.E.S Lazio Emergenza Sanitaria

www.coeslazio.it

www.coeslazio.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: