Mezzi in emergenza, sicurezza stradale con S.T.E.A. System!

Un’ambulanza resta bloccata nel traffico, nonostante le sirene spiegate, nonostante la corsa necessaria per raggiungere una persona da soccorrere. Minuti preziosi quelli persi dunque dal mezzo di soccorso. Cosa si può fare per evitare che possano verificarsi situazioni come quella in questione, con conseguenze che potrebbero essere anche particolarmente serie ai danni di chi ha la necessità di essere immediatamente soccorso?

Intervistiamo Nicola, soccorritore e ingegnere proprietario del brevetto S.T.E.A. System… ma cos’è questo sistema e come funziona? scopriamolo…

La vita è il bene più prezioso che abbiamo.
Ecco perché il rispetto per un’ambulanza o per un veicolo in emergenza che richiede “strada libera” dovrebbe essere la priorità di ogni guidatore.

Nicola come è nata l’idea di creare questo dispositivo e perché?

Siamo due ingegneri, due amici, e stavamo gia’ lavorando nel campo dei brevetti. Io ho fatto per 10 anni il volontario in Pubblica Assistenza a La Spezia. Una mattina in servizio ero alla guida dell’ambulanza e ho fatto un incidente senza gravi conseguenze, dovuto al fatto che la conducente che si immetteva nell’ incrocio era al telefono con il vivavoce attaccato e non ha sentito il suono della sirena in arrivo. Il mio socio invece ha assistito diverse volte a scene di auto ferme al semaforo rosso, i vigili del fuoco stavano sopraggiungendo in sirena e le auto non si sono spostate. Sono rimasti tutti fermi perchè sicuramente in testa alla fila qualcuno non ha sentito la sirena e non ha lasciato di conseguenza lo spazio alle altre auto per defilare e lasciar passare il veicolo in emergenza. Queste situazioni sono all’ ordine del giorno e provocano situazioni di pericolo come nel mio caso , e rallentamenti alla “macchina del soccorso” nell’altro. Parlando di questi avvenimenti ci siamo resi conto che un piccolo ma utile sistema elettronico sarebbe stato di grande aiuto nella guida di tutti i giorni, garantendo una sicurezza in piu’ per tutti i mezzi in emergenza che richiedono ” strada libera ” , sia per gli automobilisti che per tempo vengono avvisati del sopraggiungere di un mezzo in emergenza … e da qui è nato s.t.e.a system

Avete effettuato delle prove su strada? come funziona tecnicamente…

Abbiamo sviluppato un prototipo con le nostre sole forze e l’aiuto di un amico che lavora nel settore elettronico… Sui tecnicismi non posso entrare nel dettaglio, ma il sistema è di semplice concezione. Questo apparecchio che è progettato per essere installato sulle auto di nuova generazione è in grado di riconoscere un qualsiasi mezzo di soccorso in arrivo che si tratti di un’ ambulanza, carabinieri , vvf , polizia e via discorrendo. La cosa intelligente è che avvisa il conducente per tempo del sopraggiungere di tale veicolo in emergenza cosi’ da non dover fare per prima cosa manovre azzardate che potrebbero causare incidenti, e come seconda cosa si evita il “tappo” causato dai piu’ distratti automobilisti che ostacolano l’avanzamento di questi importanti mezzi che come ben sappiamo lottano spesso contro il tempo. Tutto questo chiaramente va a beneficio anche del mezzo in sirena, sicuro che tutti gli automobilisti si siano accorti della situazione.

Avete ricevuto delle offerte?

Abbiamo avuto e abbiamo diversi contatti aperti ma sfortunatamente ad oggi pare che i target delle case automobilistiche e piu’ in generale della componentistica per auto guardino ad altri orizzonti…

Ogni anno accadono solo in Italia circa oltre 1000 incidenti stradali che riguardano solo i mezzi di soccorso sanitario, senza contare tutto il resto delle forze dell’ordine, vigili del fuoco… non credete che possano bastare a sensibilizzare le case automobilistiche? cosa altro potremmo fare oltre che continuare a parlarne di questo dispositivo salva vite?

Partiamo dal presupposto che il nostro motto è : La vita è il bene piu’ prezioso che abbiamo. Da questo parte l’ idea del nostro progetto e il concetto alla base, ossia mettere in sicurezza il traffico nei momenti di emergenza. Questo è stato sempre il nostro cavallo di battaglia con il quale ci siamo presentati, forti del fatto che dovrebbe essere interesse di tutti garantire la sicurezza sulle nostre strade. Per rispondere alla sua domanda, noi stessi abbiamo forse un po’ ingenuamente pensato che cio’ bastasse per guadagnare l’attenzione di un potenziale partner commerciale ma purtroppo non è cosi’ semplice… Se c’è una cosa che ci è stata chiara sin da subito è che ci sono due ostacoli ben definiti da superare: arrivare alla persona “giusta” la quale nutre veramente interessa per il prodotto che stiamo offrendo e un’ azienda del settore che abbia la volonta’ di cominciare un nuovo ulteriore progetto ( tenga conto che ci sono veramente POCHE aziende che lavorano a stretto contatto con le case automobilistiche e mi creda tempo da perdere ne hanno molto poco ). Abbiamo mosso mari e monti per portare avanti questo ambizioso e importante progetto, rivolgendoci sia come gia’ accennato non solo alle aziende pertinenti ma anche alla politica …. Da quest’ ultima, che dovrebbe lavorare anche per la sicurezza sulle nostre strade non abbiamo avuto alcun aiuto, nonostante siamo arrivati a presentare il nostro brevetto a Roma al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Siamo arrivati a presentare il nostro brevetto sia a Roma al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che alla Direzione Generale della Mobilità e dei Trasporti del parlamento Europeo a Bruxelles, principale sede di discussione e decisionale sulla sicurezza stradale. Insomma pur parlando di cose ovvie come la sicurezza, la strada è totalmente in salita

Nicola, ipotizziamo che lei possa inviare un messaggio diretto a chi di dovere, che cosa le scriverebbe?

Quello che abbiamo sempre chiesto nelle nostre lettere di presentazione… La possibilita’ di un incontro per esporre dettagliatamente il nostro brevetto e per capire se fosse possibile condividere questa strada di crescita assieme!

Noi di CoES Lazio condividiamo e faremo in modo che il messaggio arrivi!

Sul sito potete trovare tutte le informazioni sul sistema www.steasystem.ch

Contact us at: info@steasystem.ch

www.coeslazio.it

www.coeslazio.org

seguici su: CoES Lazio Facebook – CoES Lazio Twitter – CoES Lazio Youtube

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: